Chi siamo

BIOsCAMBIO è la comunità autogestita e a/commerciale (nel senso di non commerciale) degli autoproduttori/autocostruttori per l’autosostentamento.

L’autoproduzione agricola viene praticata con metodi biologici, biodinamici e/o bio-naturali, è a carattere personale o familiare ed è finalizzata all’autoconsumo; collettivamente, i vari membri della comunità, amano scambiarsi tra loro, sia tramite posta che in incontri dal vivo organizzati dai GASeS locali (Gruppi di Autoproduzione Solidale e di Scambio), semi, ortaggi freschi, trasformati, essiccati autoprodotti e quant’altro utile per l’autoproduzione, non già come baratto (che è pur sempre una delle prime forme commerciali sviluppatesi nel passaggio dalla comunità alla società), bensì come dono-scambio.

“Noi non abbiamo quella presunzione che (ahimé) hanno in tanti  di voler cambiare, per lo più a parole, la società in cui ci ritroviamo, criticando il modo insostenibile di vivere di alcuni solo allo scopo di ottenere consensi, ma abbiamo avuto la fermezza e l’umiltà di quei pochi che hanno voluto cambiare di fatto il proprio stile di vita, prostrandosi alla lealtà della Natura che, integra e indivisibile, è in ogni dove e in ogni cosa, nella consapevolezza che qualunque cambiamento trae origine sempre e solo da se stessi, nel cercare, attraversando il cosmo delle opportune conoscenze, di giungere agli altri dal e nel profondo di sè” (alias_mimmo)

Sebbene si chiami BIOsCAMBIO, la nostra intende essere una “comunità” nel senso etimologico della parola (da cum munus = con dono), per cui, quando diamo agli altri, semplicemente doniamo ciò che a nostra volta abbiamo ricevuto in dono dalla Natura; ed è nel seguire l’esempio di quest’ultima che  facciamo altrettanto con gli altri, nel condividere cioé la cultura dell’autoproduzione e della solidarietà, senza alcuna pretesa di ricevere, cosicché l’atto del ricevere è solo diretta conseguenza del nostro e dell’altrui donare (per ciascuno che dona c’è un altro che riceve!).

Un’attenta lettura del termine BIO(s)CAMBIO vuole indicare sia il cambiamento del proprio stile di vita, bio(s)=vita, basato sull’autoproduzione dei beni necessari alla sussistenza (casa, ortaggi, frutta, pane, detersivi…), sia la condivisione di idee, progettualità e dell’attività di dono-scambio così come viene indicato dalla doppia freccia della “S” visibile nel logo.

Un esempio di spedizione di semi imbustati

In BIOsCAMBIO non si intende condividere solo generi agricoli autoprodotti, semi ed altro materiale propagativo (come talee, marze, tuberi, bulbi, rizomi, ecc.,  piante acquatiche, alghe, insetti utili alla lotta biologica: predatori, antagonisti, iperparassiti, ecc),  ma anche tutte quelle conoscenze, esperienze personali di coltivazione e quant’altro possa tornare utile al nuovo stile di vita di chi propugna il ritorno all’agricoltura familiare e la cultura dell’autoproduzione/autocostruzione per il proprio sostentamento, come stile di vita e forma di lavoro non retribuito.

BIOsCAMBIO  non è, e non vuole essere, un’associazione legalmente costituita, ma solo un gruppo autogestito di autoproduttori per l’autoconsumo che credono nei valori dell’amicizia, della solidarietà, della condivisione libera e gratuita e che ripudiano sia il commercio che la proprietà intellettuale tanto degli organismi viventi quanto delle opere culturali, nell’aderire all’anticopyright delPDA (Pubblico Dominio Antiscadenza) basato sulla “rinuncia volontaria ai diritti d’autore“.

BIOsCAMBIO è la comunità di coloro che sono stanchi di una società intrisa di contraddizioni e ipocrisie; di una società che privilegia solo gli scambi commerciali finalizzati al lucro e al mero profitto a discapito della dignità della persona, del rispetto dell’ambiente naturale, della qualità e della biodiversità.

BIOsCAMBIO è la comunità di quelli che hanno deciso di ridurre al massimo i propri consumi, conducendo uno stile di vita a favore dell’ambiente naturale, per dedicarsi alla autoproduzione/autocostruzione attraverso l’uso di semplici metodiche e tecnologie appropriate.

BIOsCAMBIO, in definitiva, vuole favorire la cultura anticommerciale della condivisione e della solidarietà per mezzo del dono-scambio di materiale riproduttivo (semi) e propagativo vegetale, di specie e varietà botaniche, eduli e non, di interesse locale, nonché di quelle a rischio di erosione genetica e/o estinzione.

Con la registrazione al Forum di BIOsCAMBIO puoi inserire i tuoi annunci per gli scambi dei semi ed altro materiale propagativo vegetale e partecipare con proposte, suggerimenti e/o collaborazioni all’autogestione e puoi accedere anche al pannello di controllo utente del sito web (work in progress) e contribuire direttamente, e da subito, ad ampliare le pagine del sito e pubblicare articoli inerenti gli argomenti che tratta BIOsCAMBIO.

Comments (16)

  1. Pingback: BIOsCAMBIO - la comunità autogestita e anticommerciale | Lo Scrigno Delle Meraviglie

Leave a Reply

Required fields are marked *