Varroa

In ogni ortofrutteto non devono mancare i preziosi insetti impollinatori che abitano e visitano costantemente il nostro ortofrutteto: tra questi le api sono tra i più attivi e importanti e quando non provengono da altri alveari nelle vicinanze, allora è il caso di allevarne uno sciame.
Qui si illustrano e discutono nuove tecniche di allevamento di apicoltura naturale (permapicoltura), scambi e suggerimenti vari.
User avatar
bruna
Posts: 70
Joined: 31/10/2012, 18:01
Skype: bruna.galvagni
Autoproduttore: SI
Autocostruttore: SI
MQ di terreno: 3000
Comune di residenza: Tenno (TN)
Tecnica colturale: Sinergica

Re: Varroa

Post by bruna »

ma quali sono i riscontri che hai ottenuto con questo sistema applicato alle tue api?

User avatar
velapè
Posts: 136
Joined: 07/02/2013, 23:33
Autoproduttore: SI
Autocostruttore: SI
MQ di terreno: 80
Comune di residenza: Roma
Tecnica colturale: tutte quante

Re: Varroa

Post by velapè »

ciao Bruna

IN FELIX ARBOR APIS STABAM
Last edited by velapè on 14/06/2016, 18:46, edited 1 time in total.

User avatar
bruna
Posts: 70
Joined: 31/10/2012, 18:01
Skype: bruna.galvagni
Autoproduttore: SI
Autocostruttore: SI
MQ di terreno: 3000
Comune di residenza: Tenno (TN)
Tecnica colturale: Sinergica

Re: Varroa

Post by bruna »

Ciao Velapè,
Per il momento non ho la possibilità di cambiare il posto alla mia prima e unica famiglia.
Ho un terreno a terrazze e l'unico posto disponibile si trova nella terrazza più alta.
Ha un muro alle spalle (che la protegge e a sera rilascia il calore della giornata), l'apertura è rivolta a sud-est.
Le api sono in pieno sole con "vista lago" e d'estate le proteggo con un ombrellone.
Per ora di più non posso fare.
Spero proprio che riescano a passare l'inverno e ricominciare a riprodursi perchè sono poche (spero non troppo poche!)
Da quando le ho acquistate a giugno, non sono mai riuscita a vedere la regina e questo mi sembra un po' strano.
L'ultima volta le ho guardate a lungo da vicino vicino, spostandole piano piano ma ..nulla!
Sono molto tranquille e si lasciano fare di tutto senza neanche bisogno del fumo (che però tengo sempre vicino per emergenza), e questo dovrebbe essere sintomo della presenza della regina, da quello che ho letto.
Me lo confermi?
La scorta di miele c'è tutta perchè non l'ho toccato.
Che tu sappia, c'è qualcosa che posso fare in questo periodo per loro, o devo solo aspettare che arrivi il periodo della covata per scoprire se riusciranno ad aumentare di numero?
Intanto spero di riuscire almeno a preparare la scatola per la termoterapia per il momento giusto......
Ho troppe cose da fare per dedicarmi ad esperimenti, per ora mi dedicherò alla semina di tutti i fiori che prediligono e circonderò l'arnia con le essenze che contrastano la varroa.
Potrai sperimentare tu e tenermi aggiornata sui tuoi risultati, te ne sarei grata.
Un caro saluto,
Bruna

User avatar
velapè
Posts: 136
Joined: 07/02/2013, 23:33
Autoproduttore: SI
Autocostruttore: SI
MQ di terreno: 80
Comune di residenza: Roma
Tecnica colturale: tutte quante

Re: Varroa

Post by velapè »

si il problema per le arnie è comunque lo spazio,ho trovato alternative alzando le arnie per non dare disturbo, posizionandole in spazi inutilizzati tipo tetti di garage,pali innocenti con montanti in legno ecc.ecc. oppure posizionandole sui tetti di casa, addirittura ho visto quelle del kenya appese agli alberi con un sistema di carrucole.
insomma con l'ingegno si prova di tutto.
cerca comunque di non disturbarle perchè le ispezioni con le aperture dell'arnia sono un disastro
soprattutto prima ,durante e dopo la produzione ,per via della sfera protettiva che si viene a formare nel nido.Con le ispezioni alzando i teleini mandi a ramengo il sistema.
Per non parlare del metallo presente in tutte le arnie......ma lasciamo perdere.
Come dicevo prima la varroa è un acaro primordiale,è sempre esistito ,forse ancor prima delle api,Quindi chi può stabilire con sicurezza che sia stato introdotto dice balle.
E balle raccontano quelli che insistono coi trattamenti chimici inutili.Cè un altra via sempre,ed è quella quella della natura.

User avatar
velapè
Posts: 136
Joined: 07/02/2013, 23:33
Autoproduttore: SI
Autocostruttore: SI
MQ di terreno: 80
Comune di residenza: Roma
Tecnica colturale: tutte quante

Re: Varroa

Post by velapè »

prossima sperimentazione:
-valutazione delle frequenze sulla varroa.
-analisi del luogo come forza vitale.
-analisi della forza vitale della colonia.

-nonostante ci si ostina e si fissa su questo argomento......... ,gli hanno anche dato un nome V.destructor!.andiamo avanti lo stesso e le api .........pure! :D

User avatar
velapè
Posts: 136
Joined: 07/02/2013, 23:33
Autoproduttore: SI
Autocostruttore: SI
MQ di terreno: 80
Comune di residenza: Roma
Tecnica colturale: tutte quante

Re: Varroa

Post by velapè »

le 4 zampe della varroa sono dotate di ventosa,cioè hanno la capacità di creare un vuoto,l'assenza d'aria/etere persuppone la negazione della vita.Sole Luna e Marte sono le forze che la dominano Sole perchè deve vivere in parallelo allo sviluppo dell'ape,è entrata nell'ape(portando con se forze negative di luna e marte)Marte è il guerriero, aggressività,e la Luna è l'acqua,l'umido.Il parassita entra perchè si trova a proprio agio,è inutile uccidelo(la lotta alla varroa è infatti inefficace ,dispendiosa.... un controsenso)E'necessario invece riportare l'ape nella sua dimensione.

Post Reply

Return to “APICOLTURA NATURALE”