Pasta liquida per tronchi

L'ortofrutteto secondo i principi della Biodinamica.

Pasta liquida per tronchi

Messaggioda Dhartisatra » 08/03/2016, 18:44

La pasta liquida per tronchi viene usata sia come prevenzione agli attacchi di insetti (larve, uova durevoli, cocciniglie, ecc.) sia per ridurre il potenziale di inoculo di parassitosi fungine da spore svernanti (bolla del pesco, moniliosi, ecc.) e sia come equilibratore e protettore del legno (lo nutre nel proteggerlo, stimolando la circolazione del cambio).

La pasta è composta da argilla (caolinite), letame, equiseto e basalto e viene spruzzata, spalmata o spennellata (a seconda della consistenza) sul tronco e sui rami dell'intera pianta dall'autunno in poi fino al massimo gennaio-febbraio, in giorni soleggiati, in modo che la pasta asciughi bene sul tronco; in tal modo l’azione durerà per diversi mesi.

Ricetta "base" per la preparazione della pasta per tronchi (per produrne in minore quantità dividete tutto per 10):

• 75 kg letame di mucca fresco
• 12 kg sabbia silicea (di fiume) finissima o caolino
• 25 kg bentonite finissima
• 10 litri decotto di equiseto (500 gr. equiseto secco o in polvere in 5 litri di acqua bollito per un’ora)
• 3,5 kg di silicato di potassio
• Acqua di sorgente o di pozzo
• 4 dosi di preparati biodinamici
• Due dosi di cornoletame dinamizzato con 3 serie di preparati da cumulo


Procedimento:

- Mescolare bene il tutto fino ad ottenere una pasta liquida (come per dare il bianco in casa) possibilmente con una pala o meglio ancora un miscelatore per vernici.

- Lasciare riposare almeno 12 ore (serve alla bentonite per assorbire bene l’acqua)

- Nel frattempo pulire il tronco con una spazzola prima di spennellare la pasta in modo da eliminare licheni, muscio e residui di tronco in decomposizione e scoprendo in tal modo anche gli anfratti dove generalmente svernano uova durevoli, larve di insetti e spore fungine.

- Spalmare la pasta con tronco asciutto e pulito un giorno che non sia prevista pioggia imminente (almeno 8 ore) con un pennello dall'alto verso il basso (max 1,70 m di altezza) a partire dalle ramificazioni per arrivare al tronco principale della pianta e giù fino a coprire la zona del colletto fino alle prime ramificazioni.


NB: se vi avanza della pasta, tenetela chiusa, e se asciuga troppo aggiunte acqua e mischiate bene prima di riusarla; in tal modo può durare anche un anno.
In caso di un ampio frutteto o vigna, diluire il prodotto 1 : 10 in acqua, filtrarlo ed usare l’atomizzatore per l’irrorazione.

Indicazioni biodinamiche: Se si vuole fare una pasta per tronchi che rafforza la forza vegetativa (SAL) aumentare il letame e diminuire la silice (caolino) mentre per rafforzare il polo floreale (SULPHUR) aumentare il caolino e diminuire il letame
La bentonite può essere usata quanto si vuole in caso di pasta troppo liquida, stimola al circolazione della linfa (MERCUR)

Per una preparazione in piccola quantità:

"L'autoproduzione è l'unica maniera più sostenibile per poter vivere la nostra natura di consumatori" (Dhartisatra)
Avatar utente
Dhartisatra
Amministratore
 
Messaggi: 570
Iscritto il: 16/12/2011, 19:00
Località: San Giuliano Terme (PI)

Re: Pasta liquida per tronchi

Messaggioda Noce&Ciliegio » 07/04/2016, 14:06

Grazie, molto interessante.
Come periodo di applicazione, va bene anche in primavera? (così eviterebbe le scottature)
E' meglio evitare l'atomizzatore per evitare di bagnare le foglioline e i fiori? (e usare quindi solo il pennello?).

Ho dei meli in montagna (Emilia Romagna - 630 slm). Anni fa ho spennellato con olio di lino cotto verderame (antica pratica di inizio '900). Ora ho notato annerimento ma non riesco a capire se sia dovuto a colpo di fuoco o all'annerimento del olio di lino.
Per la corteccia rotta non so se si tratti di scottature o altro.

La pasta per tronchi descritta è a Vostro parere idonea?

Può essere aggiunto al più verderame o non si abbina con gli altri composti?

Grazie mille.
Noce&Ciliegio
 

Re: Pasta liquida per tronchi

Messaggioda Pangmontra » 26/04/2018, 9:12

The content on this site is something I never knew before. I've had the chance to read it. It is new knowledge for me.
Pangmontra
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 26/04/2018, 9:11


Torna a ORTOFRUTTETO BIODINAMICO

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite