Problema blatte germaniche

Per tutte le richieste di riconoscimento degli insetti che popolano il nostro orto.
Post Reply
beccarella

Problema blatte germaniche

Post by beccarella »

Buongiorno il mio condominio è pieno di blatte quando è venuta la disinfestazione condominiale le blatte sono salite dalle tubature... ultimamente ho chiamato una ditta disinfestante che con 29 euro mi ha assicurato che il problema blatte era risolto. Volevo chiedervi se vi siete mai affidati ad una ditta di disinfestazione e se poi le blatte sono ricomparse...grazie

Dhartisatra
Amministratore
Posts: 574
Joined: 16/12/2011, 19:00
Skype: alias_mimmo
Autoproduttore: SI
Autocostruttore: SI
MQ di terreno: 3500
Comune di residenza: San Giuliano Terme
Tecnica colturale: bio-naturale
Location: San Giuliano Terme (PI)
Contact:

Re: Problema blatte germaniche

Post by Dhartisatra »

beccarella wrote:Buongiorno il mio condominio è pieno di blatte quando è venuta la disinfestazione condominiale le blatte sono salite dalle tubature... ultimamente ho chiamato una ditta disinfestante che con 29 euro mi ha assicurato che il problema blatte era risolto. Volevo chiedervi se vi siete mai affidati ad una ditta di disinfestazione e se poi le blatte sono ricomparse...grazie
Innanzitutto "beccarella" benvenuta in BIOsCAMBIO!

In genere queste ditte per la disinfestazione utilizzano formulati chimici (veleni) che possono essere liquidi o gel, di cui i secondi sono senz'altro quelli più efficaci perché capaci di imbrattare il corpo dell'insetto: il problema è che queste sostanze sono nocive anche per l'uomo e una volta utilizzate, dopo il primo periodo di efficacia, poi però si sviluppa la resistenza in alcuni scarafaggi e il problema si ripresenta; inoltre, dopo un trattamento di disinfestazione chimica bisogna poi provvedere al risanamento con la pulizia degli ambienti trattati.

A ciò aggiungasi il fatto che questi prodotti sono efficaci solo contro adulti e neanidi, ma non contro le "ooteche" che risultano ben protette dall'involucro esterno, contro cui rimane invece efficace il "metodo naturale" dell'imenottero parassitoide "Evania appendigaster" che è bravissimo a scovare le ooteche rilasciate in giro dalla Blattella germanica femmina, parassitizzandole e nutrendosi a sua volta delle uova di blattella, riproducendosi in tal modo a spese della prole dello scarafaggio!

Qui di seguito l'immagine dell'imenottero parassitoide e a seguire un bellissimo filmato che mostra tutta l'operazione di parassitizzazione (in questo caso di ooteca di Blattella americana). Impariamo dunque a non uccidere tale insetto, a riconoscerlo e a proteggerlo ;)


http://www.mediafire.com/convkey/97f2/1sanofik7dnk4nq6g.jpg
L'imenottero Evania appendigaster parassitoide delle Blattelle



L'imenottero Evania appendigaster mentre parassitizza una ooteca di Blattella americana

Contro gli adulti di Blattella è senz'altro preferibile alla disinfestazione chimica quella fisica e meno inquinante delle trappole massali adesive con attrattivo.


http://www.mediafire.com/convkey/5a78/n0x9mglx0cqbodd6g.jpg


La Blattella germanica, a differenza della B. orientalis (nera) e quella americana che popolano preferenzialmente i tombini delle fognature, frequentano invece abitazioni civili, bar, mense e depositi alimentari caldo umidi (30-33°C), per cui la prima cosa da fare prima di ricorrere ai metodi di disinfestazione è mantenere il più possibile, gli ambienti infestati puliti, freschi e asciutti; nei bar ad esempio la blattella si nasconde nei contenitori dei resti del caffé di cui si nutre e per questo viene anche chiamata "blattella o mosca del caffé" quindi regola generale è quella di non lasciare in giro per la notte residui di cibo e quant'altro possa servire loro da nutrimento (questi insetti escono dai loro nascondigli col buio), impacchettando per bene gli alimenti magari riponendoli in contenitori di plastica o di vetro per alimenti con coperchio a chiusura ermetica, otturando eventuali fessure negli armadietti dispensa dalle quali gli insetti possono accedervi.


http://www.mediafire.com/convkey/ac98/w67a4dpm878a3wt6g.jpg


Solo a titolo di curiosità gli adulti di Blattella germanica vivono circa 5 mesi e le femmine abbandonano in ambienti riparati caldo umidi 4-8 ooteche ciascuna costituita da circa una trentina di uova, dalle quali a temperatura ottimale di 30°C nascono le neanidi in circa 17 gg. che a loro volta si sviluppano in adulti in circa 40 gg. dopo 7-8 mute.


http://www.mediafire.com/convkey/1cbf/xpwzoffowko7ofa6g.jpg


http://www.mediafire.com/convkey/3aff/58fnn0v5j49kk546g.jpg


Ciao, Domenico.
"L'autoproduzione è l'unica maniera più sostenibile per poter vivere la nostra natura di consumatori" (Dhartisatra)

genio
Posts: 2
Joined: 01/05/2017, 10:36
Autoproduttore: NO
Autocostruttore: NO
MQ di terreno: 2000
Comune di residenza: torino
Tecnica colturale: biologica

Re: Problema blatte germaniche

Post by genio »

buongiorno a tutti sono invaso dalle zanzare chi puo darmi un consigliio??

Dhartisatra
Amministratore
Posts: 574
Joined: 16/12/2011, 19:00
Skype: alias_mimmo
Autoproduttore: SI
Autocostruttore: SI
MQ di terreno: 3500
Comune di residenza: San Giuliano Terme
Tecnica colturale: bio-naturale
Location: San Giuliano Terme (PI)
Contact:

Re: Problema blatte germaniche

Post by Dhartisatra »

Ciao Marco (utente genio): il consiglio che ti do è di non provare più a postare i tuoi messaggi con il link pubblicitario altrimenti sarò costretto a cancellare il tuo account...
Grazie, Domenico
"L'autoproduzione è l'unica maniera più sostenibile per poter vivere la nostra natura di consumatori" (Dhartisatra)

Post Reply

Return to “Richieste di riconoscimento insetti”