Perché l’anticopyright del PDA

Pagina in costruzione: se vuoi collaborare alla redazione di questa pagina, come di altre, magari aggiungendovi un tuo paragrafo, lo puoi fare registrandoti al sito.

Tutti i contenuti del sito e del forum di BIOsCAMBIO sono anticommerciali e rilasciati in anticopyright nel PDA (Pubblico Dominio Antiscadenza) allo scopo di ottenere la loro massima e gratuita condivisione.

Sostenere l’anticopyright significa combattere la proprietà intellettuale e l’idea del professionista intellettuale: “Il pensiero è libero e l’intera sua produzione di immagini, suoni e lettere dell’alfabeto, è patrimonio di tutti: la cultura non può essere di proprietà e oggetto di commercio, ma solo una libera forma di reciproco e gratuito scambio”. (Altipiani azionanti).

Tuttavia esistono 2 tipi di anticopyright: quello cosiddetto “pirata” degli hackers impegnati a espropriare e rendere pubblici i contenuti (soprattutto informatici e multimediali) di opere protette da full-copyright e quello “lecito” del PDA inerente i contenuti di quegli autori che, rinunciando volontariamente ai diritti d’autore, donano la propria opera al PDA (Pubblico Dominio Antiscadenza) come azione anticopyright contro la proprietà intellettuale esattamente come gli autoproduttori bioscambisti praticano il dono-scambio.

In definitiva l’anticopyright del PDA rappresenta l’equivalente del dono-scambio in tema di “autoproduzione intellettuale”.

Segui Domenico Vitiello su Google+

Leave a Reply

Required fields are marked *